Hong Kong in 3 Giorni

Facebooktwitterpinterest

Le variazioni fuori programma, sono sempre le migliori..

..e visto che ero diretto altrove ma ero comunque obbligato a fare uno scalo ho deciso di farlo a Hong Kong.

Il primo impatto è quello di una città molto molto moderna e super tecnologica; le persone anziché guardare la strada erano sempre a fissare un telefonino o un tablet ultima generazione.

Il metodo più conveniente e più rapido per girare Hong Kong è sicuramente comprarsi una Octopus card , tipo la Oyster card di Londra, la compri ci carichi i soldi e con quella prendi qualsiasi mezzo di trasporto in città senza dover fare i conti coi resti.

Prendiamo le misure..

Hong Kong FlagDopo aver trovato l’ostello che avevo prenotato in precedenza mi sono accorto di come nonostante sia una grande città si viva comunque in spazi ridottissimi, essendo un posto ultra sovrappopolato.

Ora che vi siete fatti un idea del posto in cui ci troviamo passiamo alle cose da fare e vedere.

Prima di tutto se volete alloggiare low cost dovete andare nel quartiere popolare sulla Nathan Road ; zona Central e troppo cara.

Dal quartiere popolare è facilmente raggiungibile il porto dove si trova una zona di portofranco esentasse; noterete una quantità enorme di gioiellerie piene di gente chissà perchè 😀 .

battello del canale di hong kong

Una volta li ho preso il battello storico da Victoria Harbour per arrivare a Central attraversando il famoso canale che divide a metà Hong Kong; è un giretto che vale la pena fare visto che costa pochissimo ( tipo 1 euro) e si ha una vista molto bella della città ( di sera è ancora meglio!).

Altre cose che vale veramente la pena di fare è arrivare in cima al Peak, la collina che sovrasta Hong Kong. Esiste un tram storico(Peak tram) che era utilizzato dai reali inglesi nel passato per arrivare alla loro dimora in cima al Peak.

Questo tram è molto bello perchè risale proprio la collina passando nel bosco però consiglio di prenderlo solo al ritorno,visto che la coda per il viaggio di andata è immensa e rischiate di passare li delle ore! (per l’andata salite col bus).

buddha gigante di Lantau

Uscendo un pochino fuori città ci si può recare all’isola di Lantau, dove la vegetazione è davvero rigogliosa e dove si può vedere il bellissimo Buddah Gigante e un tempio stile buddista.

Per chi ama camminare può arrivare a piedi con una camminata in mezzo alla natura di circa 8 km, altrimenti c’è la funivia (con vista spettacolare), o il bus (mezzo più conveniente se non si ha voglia di fare il cammino).

tempio buddista di lantau

..lasciando la città..

Un ‘altro giretto simpatico è prendere una battello dal porto di Central e andare a Macao , lo stato di fronte. 🙂 infondo è solo un’oretta di viaggio.

Il motivo principale per cui tutti vanno qui , è per i casinò visto che ce ne sono circa una 40ina; in realtà se uno  dedica una giornata intera scoprirà che nel centro di Macao si possono trovare molte tracce del periodo di colonizzazione portoghese.

istituto portoghese coloniale a macao

I mosaici e le chiese tipicamente europee situate in mezzo alla città danno un contrasto veramente unico visto che sono circondate da un ambiente e da stili tipicamente asiatici; tante indicazioni e cartelli sono scritti  ancora in tre lingue: Portoghese, inglese,cinese.

Questo è il giro che ho fatto in circa tre giorni.

quartiere popolare nathan road

A parte qualche spiaggia su delle isolette limitrofe direi che non mi son perso nulla di questo piccolo stato e tre giorni pieni sono sufficienti per vedere praticamente tutto 🙂

Direi che non ho da aggiungere altro tranne che 2 consigli :

1. Non ne vale la pena restarci di più in quanto è un posto carissimo!

2. Occhio al mangiare! (io sono uno che mangia di tutto da qualunque bancarella ma li è davvero dura trovare roba buona)

Detto questo se avete domande su Hong Kong , commenti o critiche sul mio giro , sono tutti ben accetti!

A presto!!

Federico C.
Latest posts by Federico C. (see all)
Facebooktwitterpinterest
Federico C.

Federico C.

La mia passione sono i viaggi zaino in spalla perchè mi permettono di assaporare i viaggi nel loro elemento naturale senza distorsioni "turistiche".. Partite con me? ;o)

Un pensiero riguardo “Hong Kong in 3 Giorni

  • Avatar
    2 Febbraio 2014 in 23:59
    Permalink

    ci sono stata anche io! bellissima citta!!!!*

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *