Transiberiana in treno: la ferrovia tra Mosca e Pechino

Facebooktwitterpinterest

La Transiberiana in treno è sempre stata nell’immaginario collettivo dei viaggiatori, un desiderio di viaggio denso di fascino e di stupore; parliamo della più lunga linea ferroviaria che sia mai stata concepita dall’uomo, che va da Mosca a Vladivostok, fino ad arrivare a Pechino, attraversando da est ad ovest la Russia.

Un’esperienza unica, un viaggio meraviglioso attraverso culture, usanze e tradizioni dei popoli che abitano queste terre affascinanti.

La Transiberiana in treno non è una semplice vacanza ma una vera e propria esperienza di viaggio, che implica cambiamenti di fuso orario, di climi e temperature, di mentalità ed abitudini della gente che si incontra di città in città.

Qualche informazione in più

Transiberiana in treno

La linea ferroviaria parte da Mosca e si dirama in direzione est raggiungendo Vladivostok, oppure verso sud quando, all’altezza di Irkutsk, diventa Transmongolica fino a raggiungere Pechino.

Transiberiana in treno lago BaikalPartendo da Mosca fino a Pechino, le città siberiane di Kazan, Novosibirsk e Irkutsk, porta d’accesso alla bellissima area del Lago Baikal (il più grande del mondo), lasciano il posto ai paesaggi di steppe, montagne e deserti che da Ulan Bator, capitale della Mongolia, attraversano il Gobi e le terre di Gengis Khan.

Per giungervi, il treno lascia la Siberia in direzione sud dopo aver concesso un primo assaggio d’Asia nell’ultima delle regioni di confine, a Ulan Ude, la città dei buryati, che dal ‘700 entrarono a far parte della Russia, quando le terre del Baikal furono separate dalla Mongolia.

Transiberiana in Treno

Entrati in territorio mongolo è tutto un succedersi di paesaggi selvaggi, dove le tracce dei grandi dinosauri raccontano la vastità di una terra che ha saputo custodire – come rivelano i resti di antichi templi buddisti – la profonda spiritualità di un grande popolo nomade.

Transiberiana

E finalmente si arriva alla capitale della Cina, spettacolare, antica e frenetica al tempo, Beijing, la Pechino di Marco Polo e di una nuova dinamica e avveniristica era.

Scegliete da dove cominciare

Transiberiana in treno la grande muragliaSi può scegliere anche di iniziare il viaggio da qui, emozionandosi subito con la Grande Muraglia e la meravigliosa Piazza Tienanmen, fare il percorso inverso, attraverso i molti fusi orari diversi che, man mano che il cammino giunge al termine, ci riportano a un tempo più vicino a noi , chiudendo il nostro viaggio su un’altra bellissima piazza, quella di tutti i russi, la Piazza Rossa di Mosca.

In genere le agenzie che trattano la Transiberiana prenotando i servizi per tutto il tragitto, rendono il “viaggio per eccellenza” una sorta di tour organizzato e confortevole, con tappe ed alloggi prestabiliti, viaggiando spesso in treni speciali di lusso (charter su rotaia).

Transiberiana in treno piazza rossaLe agenzie, in questo caso, si occupano anche dell’ottenimento dei visti necessari all’ingresso nei vari paesi attraversati durante il percorso (Russia, Mongolia, Cina).

I viaggiatori più autonomi, preferiscono tentare il “fai da te” per viaggiare nei treni locali ed avere un contatto più diretto con la gente del posto; partono così all’avventura senza alcun supporto, affrontando spesso le incomprensioni della lingua, le difficoltà nell’acquisto dei biglietti dei treni presso le stazioni (le ferrovie russe non vendono i biglietti prima di 45 giorni dalla partenza), e nell’ardua ricerca di importanti informazioni sui treni (classi, ristorante, docce, servizi etc etc), e sugli alloggi durante il tragitto.

…indubbiamente si regalano un viaggio indimenticabile ma irto di difficoltà da risolvere ed affrontare continuamente, con il rischio di rendere questa esperienza una vera e propria avventura.

treno
La transiberiana in treno, questo “viaggio nel viaggio”, è suggerito solo a chi sa muoversi autonomamente e sa affrontare un lungo percorso con la pazienza, l’attesa, la curiosità e la preparazione di un vero esploratore.

Carola
Facebooktwitterpinterest
Carola

Carola

Sono originaria di Bassano del Grappa in un piccolo borgo sulla splendida pedemontana trevigiana. Fin da piccola sognavo di viaggiare e di vedere il mondo: la mia curiosità mi spingeva a voler conoscere i popoli e le loro culture.

4 pensieri riguardo “Transiberiana in treno: la ferrovia tra Mosca e Pechino

  • Avatar
    21 Giugno 2013 in 21:35
    Permalink

    mio padre l’ha fatta negli anni ’70 e ne racconta sempre meraviglie! dev’essere un’esperienza davvero unica, di quelle che si vivono una volta nella vita

    Rispondi
    • carola
      22 Giugno 2013 in 17:06
      Permalink

      sono d’accordo. un’esperienza per veri viaggiatori!

      Rispondi
  • Avatar
    2 Febbraio 2015 in 05:49
    Permalink

    Per i miei 60 anni e la pensione con mio marito volevamo regalarci la Transiberiana partendo da Pekino. Viviamo in Indonesia e sarebbe interessante ritornare in Europa per i mesi estivi via treno.
    A Shanghai in areo da Kuala, poi tutta in treno fino a Bruxelles. C’e’ nessuno che puo’ darci consigli e suggeriment?
    Grazie infinite
    paola

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *