Bretagna e Normandia: il dietro le quinte

Facebooktwitterpinterest

È giunta l’ora di fare “Outing”…

Da giovane studiare storia non è mai stato nelle “mie corde”, per questo mi ritrovo in età più matura a voler approfondire argomenti lasciati un “po’ in sospeso”…

Quello che sapevo sullo sbarco in Normandia era davvero molto poco, ma un po’ per quello che avevo letto, un po’ per quello che ho sentito da amici che ci erano già stati, mi aveva stuzzicato la curiosità e il desiderio di andarci.

Sbarco in NormandiaLa Bretagna invece, mi ha sempre affascinato per il percorso della via dei fari, percorrere un sentiero che collega le “LIGHTHOUSE” è sempre stato un mio sogno.

La Bretagna e Normandia in moto é stata una destinazione che per anni era messa in disparte perché troppo distante..

Andarci avrebbe significato sacrificare le ferie estive, avrebbe significato niente mare, avrebbe significato niente relax…

la via dei fari in Bretagna

BMW K1200GTLa scusa buona si è presentata con l’arrivo della mia prima BMW, una moto fatta per viaggiare, e la sfida di metterla/metterci alla prova su una destinazione così, mi stuzzicava la fantasia…

..in sincerità devo confessare che non ricordo se è stata la moto a incentivarmi la meta, o la meta ad incentivare una nuova moto…

Fatto sta che finalmente il sogno si avvera, si va’ in Bretagna e Normandia!

Cosa c’è da sapere prima di partire per Normandia e Bretagna

Caffè in franciaIn Normandia, il tempo cambia abbastanza frequentemente, quindi consiglio di attrezzarsi per non essere colti impreparati, per avere un’idea del clima potete dare un occhio qui, oppure per le previsioni meteo, potete consultare questo sito.

Occhio ai caffè: come nella maggior parte dei paesi esteri, anche in Francia ordinare un espresso in ristorante o in un bar, può costarvi anche € 2,50!!

Le aree di sosta in Francia, sono più che degne di questo nome, sono dei veri e propri parchi, di norma immersi nel verde, dove puoi semplicemente recuperare le forze facendo un riposino sdraiato su una panchina, o fare picnic, o mangiare qualcosa nel fast food di turno (stile McDonalds), oppure consumare un vero e proprio pasto al self service!

mangiare in FranciaSpesso però non hanno il servizio Bar, e se ce l’hanno può essere proibitivo, è possibile però risparmiare qualcosa con i distributori automatici con molteplici possibilità di scelta.

Nei ristoranti, normalmente si trovano piatti unici composti da carne/pesce/formaggio con verdure, normalmente sono molto ricchi e saziano facilmente, quindi occhio a non ordinare troppo; in alternativa se ci sono menù a prezzo fisso, normalmente sono molto convenienti, le porzioni sono ridotte, ma così potrete assaggiare più pietanze.

L’acqua in Francia è vista come una bibita, e ordinandola al ristorante la pagherete come tale, potrete risparmiare ordinando “une caraffe d’eau“, ugualmente buona, ma mooolto meno costosa (in certi posti addirittura gratis).

distributori in Francia

Distributori di benzina, non ce ne sono molti! In autostrada mi è capitato di sfidare le leggi della fisica mettendo a dura prova l’autonomia della mia moto, percorrendo più di 100km prima di trovarne uno, quindi calcolate bene l’autonomia, potreste trovarvi a secco.. La regola è sempre: nel dubbio è meglio fare il pieno!

Nella Francia del Nord sono molto diffuse le supestrade, ve le straconsiglio, sono veloci come autostrade ma con la differenza che sono GRATIS, se c’è la possibilità usatele!

le mont saint michelAlcuni tratti di autostrada si pagano solo all’uscita come in Italia, in altri invece, ad ogni casello si paga la tratta (ad esempio se tra Mentone e Cannes ci sono tre caselli, pagherete il tratto di competenza ad ogni casello); e sono molto diffuse le casse automatiche, veri e propri canestri metallici dove “lanciare” le monetine..

Quello che dicono sulle maree di Mont Saint Michel non sono leggende, quando sale la marea, allaga la strada che porta alla rocca, compresi i parcheggi dove lasci la macchina o la moto; l’orario in cui è CONSIGLIATO lasciare il parcheggio è indicato costantemente in maniera evidente, in maniera tale che anche il più distratto ci faccia caso..

Il LEITMOTIV è lo stesso per tutti i viaggi:

Visitare meno, Visitare Meglio!

Il viaggio NON deve essere una gara contro il tempo, ma per gustare i particolari bisogna avere il tempo necessario e il margine per potersi gustare tutti gli aspetti con la dovuta attenzione.

Come preparare il viaggio

studia l'itinerarioPer documentarsi a dovere vi consiglio questi siti web:

e di leggere qualche Blog di chi ci è già stato:

Sicuramente dare una letta all’articolo “Avventure & Viaggi istruzioni per l’uso” può aiutarvi nell’organizzare questo viaggio; comunque i punti principali sono sempre i soliti:

  • cosa volete vedere (segnatevi su un foglio i paesi che volete visitare, le strade che non volete perdere, i luoghi con i paesaggi che avete visto su qualche foto..); aiutatevi con google Maps, per individuare le distanze che separano questi posti, per individuare il tragitto migliore per arrivare a destinazione e per decidere il tragitto di ritorno.  (un consiglio: per il ritorno, cercate di fare un tragitto diverso da quello dell’andata, è un peccato farsi sfuggire un’opportunità per vedere posti nuovi..)
  • definito il dove, dovete definire il quanto, per esperienza in Normandia vale la pena dedicare almeno 4/5 giorni, fare meno giorni significa tralasciare qualcosa.
  • budget: è legato alla durata della vostra vacanza (pernottamenti e pasti), e dalla quantità di strada che vorrete percorrere (carburante e pedaggi autostradali); per esperienza Vi consiglio di stare “larghi” nella previsione, meglio tornare a casa avendo speso meno, che aver sforato il budget.!
Questo è stato il nostro tragitto.

 

Cosa portare con voi

cosa mettere nella valigia per la normandia e bretagnaIn valigia: portate abbigliamento antivento, quando soffia il vento in Normandia è davvero insidioso,  se siete in moto assicuratevi che i pantaloni si infilino all’interno degli stivaletti, io ho dovuto comprare delle ghette da montagna alla Decathlon di Le Havre…

Nello spirito: prendetevi un pò di tempo per riflettere di cosa sono state teatro quelle terre, e se vi và fate come me al vostro ritorno riguardatevi “Salvate il soldato Ryan”, rivedrete quei posti sotto un’altra luce.

Almeno una volta cercate di ammirare l’alzarsi della marea, è davvero stupefacente in quanto poco tempo il mare si riprenda le “sue” spiagge!


Cosa non dovete perdere

da non perdere in normandia e bretagnaEtretat (i faraglioni)

Bayeux (La Tapisserie con la storia di Guglielmo di Normandia ricamata su un telo)

Omaha Beach (spiaggia dello sbarco e Cimitero del D-Day)

Arromanches les bains (resti dei moli artificiali degli americani, raggiungibili con la bassa marea)

Point du Hoc (sito con ancora evidenti segni della conquista dei bunker tedeschi)

Utah Beach (spiaggia dello sbarco)

Le Mont Saint Michel (raggiugngibile solo con la bassa marea)

Rosckoff (punto d’imbarco per l’Irlanda)

Brest (faro di Saint Mathieu)

 

Consuntivo del nostro viaggio

calcolo delle spese normandia e bretagna in moto

 

…ti ho incuriosito?

..leggi com’è andata..

Ivan
Seguimi su:
Latest posts by Ivan (see all)
Facebooktwitterpinterest
Ivan

Ivan

Ultimamente mi sono reso conto che non posso fare a meno di viaggiare, ho bisogno dell’adrenalina dello scoprire posti nuovi, di respirare aria di luoghi lontani di osservare orizzonti per me inesplorati..senza mi manca proprio l’aria! Seguitemi!

3 pensieri riguardo “Bretagna e Normandia: il dietro le quinte

  • Avatar
    10 Giugno 2013 in 23:01
    Permalink

    Viaggio stupendo… anche noi ci siamo stati nel 2008 ed è stato magico!

    Rispondi
  • Avatar
    4 Ottobre 2016 in 21:05
    Permalink

    Sono qui a Caen per lavoro ma questo weekend con mio marito abbiamo visto il museo memorial,il cimitero americano.. le spiagge degli sbarchi..è proprio vero…un momento di meditazione…e il giorno dopo la magia di Mont Saint Michel…meraviglioso!

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *