Canoa sull’Ardeche: adrenalina e stupore

Facebooktwitterpinterest

…”e chi se lo immaginava”?!

Questo mi son sentito dire da chi mi ha accompagnato in questa esperienza “stratosferica”, e pensare che l’acqua non gli da poi così tanta tranquillità..

Ma veniamo per ordine, immagino che molti di voi non abbiano mai sentito nominare questo posto..ora vi illumino!

L’Ardeche si trova nella regione Francese delle Rhône-Alpes a circa 30km a Nord di Avignone ed è un affluente del Rodano, avete presente quello che poi sfocia in Camargue? Proprio lui!

Ok mi direte, e a parte questa “vicinanza” con luoghi famosi?

Il “Gran Canyon d’Europa”

cartina ardecheL’origine delle Gorges de l’Ardèche risalgono a 110 milioni di anni fà, e l’emozione che si prova ad “entrare in punta di piedi” su questa riserva naturale è davvero disarmante..

Rocce Calcaree erose dal vento, dall’acqua e dal tempo, con pareti vertiginose che abbracciano questo fiume, a tratti composto da pochi rigagnoli d’acqua ad altri da tumultuose rapide ad altri ancora, pacifico e profondo anche qualche metro.

Passi tutto il tempo con il naso all’insù, ad ascoltare l’assolo di una natura “molto spinta”, con gli occhi che si soffermano dove gli eventi hanno modificato in maniera “artistica” la morfologia di questo posto.

E poi all’improvviso vedi degli avvoltoi oppure un nibbio, che dopo la caccia se ne torna indisturbato nel suo nido fatto di rami secchi e abbarbicato su posti irragiungibili..

Ti sembra quasi impossibile sia tutto reale!

Questo è lo stupore, e l’adrenalina?

La parte “Avventure” di questa escursione è di poterla fare a bordo di una canoa..

l'imbarcazione ardecheTutto l’Ardeche è zeppo di strutture che organizzano tour, e che noleggiano canoe ed attrezzatura per rendere questa esperienza indimenticabile!

la cathédrale ardecheFunziona così, una volta scelta la struttura che più t’ispira, dovete presentarvi non più tardi delle 8.30 (altrimenti non avrete il tempo necessario per terminare il vostro percorso), crema solare, cappello x proteggere la testa da un insolazione, scarpette da scogli, lacci per gli occhiali e il necessaire per fare dei break, quindi asciugamano, cibo, acqua, ecc…

attrezzatura canoe ardecheTi viene consegnato un bidone con un tappo “ermetico” dove riporre cibo e indumenti asciutti, sul quale è stampata la mappa del percorso con i riferimenti dei bivacchi, un giubbino galleggiante in caso di caduta accidentale nel fiume, ed ovviamente una canoa…  😆

arco sull'ardecheIl brieffing è molto “light”, stile preparazione allo snorkeling in Mar Rosso, le cose da tenere a mente sono:

  • bus arche noè ardecheNON ci sarà alcun istruttore con voi, potete contare solo su voi stessi,
  • in caso di caduta mettetersi a pancia in su e braccia raccolte, la corrente vi porterà fuori dalle rapide e potrete raggiungere a nuoto facilmente la riva,
  • cercate di prendere confidenza con la canoa fin da subito, questo vi permetterà di godere appieno di questa esperienza,
  • Al punto di arrivo, bisogna arrivare tra le 16.00 e le 17.00 aiutatevi con la mappa e organizzate il Vostro tempo, un addetto vi accoglierà e vi darà istruzioni per il rientro.

I percorsi sono da 8,12,24,28,32 km, noi scegliamo l’intermedio da 24km con una durata stimata di 5 ore di pagaia  (speriam bene) !!! 🙄

percorso dei 24 km ardeche

Premetto che non abbiamo mai preso in mano una pagaia, quindi siamo stati più che ottimisti nello scegliere la 24km, ma la curiosità e troppa!

Scoprirsi un pò Josefa Idem

Ivan Canoa ArdecheFissi il baulotto sulla canoa, sali a bordo e inizi a pagaire.. Cominci a capire che per andare a destra devi pagaiare a sinistra e viceversa..

In un attimo la prima rapida ti si presenta davanti, smetti di respirare e stuti attentamente ciò che hai davanti come se te ne intendessi davvero..

ivan e Federica A&V ArdecheOddio inizia… Oddio ma è divertissimo… Si vaaaaaa!

rapide dent noir ardecheLa paura di colpo sparisce e in noi sale l’ansia d’attesa..ora quando tocca la prossima?!?!?  😆

Man mano che si presentano le rapide affiniamo sempre più la nostra tecnica e l’abilità nel governare la canoa, il segreto è:

“evita le rocce e tieni la canoa dritta”!

Sembra banale ma vedendo quanti sono schiantati/incastrati sulle rocce, non è proprio intuitivo :o) !

Quasi come in “The River Wild”

Nel nostro percorso solo 4 rapide su oltre 20, sono state impegnative: Le Dent Noir, Rapide du Figueras, Rapide du Guè de Guitard, Rapide des Elephante e le Rapide du Pastiere…ma anche le più divertenti!

Funziona come a Gardaland sul Colorado Boat: chi sta davanti si lava!

discesa dell'ardecheGuardandoci attorno durante la nostra discesa, a colpi calava l’autostima, abbiamo trovato ragazzetti da 10 anni in canoa da soli, coppie ultrasessantenni, e addirittura una coppia con il cane!

punto di bivacco ardecheNon sono mancate nella nostra escursione le pause “pappa” e relax, frequentemente trovi delle spiaggie naturali dove l’attracco è semplicissimo e ci sono spazi più o meno confortevoli di dove stendere l’asciugamano.

punto di sosta ardecheVerso la conclusione del percorso si passa per un area esclusivamente “naturalistica” dove, notando la mancanza dei costumi addosso alla gente che prende il sole ti fa perdere facilmente l’attenzione..

traguardo finale ardecheAll’arrivo al punto di raccolta c’è una squadra di addetti allo stoccaggio canoe che ti recuperano l’imbarcazione per prepararla al rientro e uno steward che depenna il nome delle persone arrivate indicandogli il punto di raccolta per il rientro alla base.

canoe ArdecheFinito tutto, anche le forze, resta lo stupore

Serve circa 1 ora di pullman per rientrare al punto di partenza, e ci serve si per rilassarci un po’, ma anche per ripensare alle emozioni e ai panorami che abbiamo avuto la fortuna di vedere.

panoramica ardeche 2Sarebbe molto divertente ripeterlo tra qualche anno, magari portando qualche amico, perché non capita poi tutti i giorni di passare una giornata al “Gran Canyon d’Europa” e percorrerlo in canoa!

Seguimi su:

Ivan

Ultimamente mi sono reso conto che non posso fare a meno di viaggiare, ho bisogno dell’adrenalina dello scoprire posti nuovi, di respirare aria di luoghi lontani di osservare orizzonti per me inesplorati..senza mi manca proprio l’aria!

Seguitemi!
Ivan
Seguimi su:

Latest posts by Ivan (see all)

Facebooktwitterpinterest
Ivan

Ivan

Ultimamente mi sono reso conto che non posso fare a meno di viaggiare, ho bisogno dell’adrenalina dello scoprire posti nuovi, di respirare aria di luoghi lontani di osservare orizzonti per me inesplorati..senza mi manca proprio l’aria! Seguitemi!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *