Irlanda, terra di smeraldo

Facebooktwittergoogle_pluspinterest

Un assaggio d’Irlanda…

…ovvero cosa siamo riusciti a fare e vedere della “Terra di smeraldo” in soli cinque giorni…

Tutto è iniziato una sera, con una semplice domanda: “Che dici, andiamo a trovare Mattia?”  – Ivan interrompe così i miei pensieri, e io senza neanche alzare lo guardo e pensarci due volte rispondo: “Perché no?”.

Detto fatto, nel giro di poco tempo ha già prenotato il volo e l’auto!

itinerario irlanda on the road A&VA me non resta altro che documentarmi e buttare giù un breve programma.

Non ve l’ho ancora detto ma il Mattia di cui sopra è un caro amico di Ivan, ne avete già sentito parlare qui, trasferitosi in Irlanda con la famiglia circa sette anni fa.

L’intenzione è quella di dedicare alla città di Dublino solo il pomeriggio del primo giorno, spostarci per una gita nel Connemara (costa ovest), quindi scendere verso le Cliff of Mohers, le note scogliere; proseguire per Clonakilty nella “Tana dei Leoni” ed infine risalire verso Dublino per tornare a casa..

Proprio un bel programmino…  😆

Via che si parte…

Il nostro viaggio inizia la mattina del 30 aprile dall’aeroporto di Treviso, con noi anche una coppia di amici che si sono aggiunti Last Second.

Il cielo a Treviso è plumbeo, temevamo un assaggio di quello che ci aspettava da li a qualche ora…ma per fortuna non è stato così!

irish grey cloudL’aereo però decolla con circa un’ora e mezza di ritardo…facendo slittare sensibilmente i nostri piani.

Arriviamo a Dublino verso le 14.30 e come previsto ad attenderci fuori dalla scaletta ci accoglie una pioggerella fina fina.

Ci serve qualche minuto per orientarci in aeroporto ed individuare l’area del bus navetta che ci avrebbe portato a ritirare l’auto a noleggio.

Avventure&Viaggi Irish MobileCon sorpresa ci propongono un Mini Suv allo stesso prezzo della berlina prenotata..siamo talmente contenti dell’upgrade che non ci siamo subito resi conto della difficult nel guidare con il volante a destra..

Bus Dublino Irlanda A&VA parte le numerose volte che la macchina si spegneva cercando di mettere la prima, in realtà era la terza, non abbiamo avuto grosse difficoltà..anche se sembrava una prova “agility di giochi senza frontiere”..!!

eppure non ci siamo persi Irlanda A&VA Dublino la posizione centrale del nostro albergo ci ha permesso di abbandonare momentaneamente la macchina e muoverci a a piedi.

Dublino Fish Eye A&VPrimo stop al Trinity College, con successiva sosta all’immancabile visita alla fabbrica di birra Guinness.

Trinity College Dublino A&VPurtroppo siamo arrivati qualche minuto dopo l’orario di chiusura e ci siamo dovuti accontentare di fare qualche foto all’esterno e camminare attorno all’isolato ammirando i tipici fabbricati in mattoni rossi.

Guinnes Factory Dublino A&VAbbiamo dovuto ridurre drasticamente le cose da vedere, in quanto in Irlanda, almeno nel mese di aprile, i luoghi turistici da visitare chiudono alle 17.00, alcuni addirittura alle 16.30.

Dublino pub A&VTornando verso il centro, si può visitare la chiesa di S. Patrick con l’omonimo pozzo, quindi costeggiando il fiume Liffey si arriva al ponte In ferro Halfpenny (così chiamato perché si doveva pagare un pedaggio di mezzo penny per attraversarlo), che si trova proprio di fronte al famoso quartiere di Temple bar.

Che bello siamo in IrlandaQui, camminando senza fretta e senza meta lungo le stradine del quartiere, ci si può “perdere” tra i numerosi pub e negozi tipici…

chocolate irish drink irishCi siamo lasciati ipnotizzare dalle vetrine di un negozio di dolciumi, incantanti dalle molte tipologie di cioccolata e dai coloratissimi barattoli di caramelle appoggiati sugli scaffali…c’era perfino la cioccolata di Willy Wonka!

Ovviamente non sono mancati gli acquisti: due confezioni di cioccolata Guinness.

Temple Bar A&V

Altra tappa d’obbligo è il noto pub che ha preso il nome dal quartiere: il Temple Bar, dove si può gustare un’ottima Guinness seduti al banco di uno dei tre bar che ci sono all’interno.

Inutile dire che il posto ê sempre strapieno di turisti che sorseggiano birra o Irish coffee ascoltando la tipica musica irlandese suonata dal vivo.

Al tramonto, in vari punti del quartiere, si materializzano musicisti che suonano dal vivo e attirano la curiosità dei passanti.

Il quartiere è ovviamente un’ottima fonte di ispirazione per chi vuole anche cenare e non solo bere.

Dublino A&V

Siamo rimasti in zona anche per la cena scegliendo un pub dove abbiamo assaggiato la tipica zuppa con verdure e carne di pecora e dell’ottima carne accompagnata da patatine fritte…il tutto naturalmente annaffiato da buona birra Irlandese.

Dublino by night

Direzione Connemara

Brughiera Connemara A&VIl giorno successivo abbiamo lasciato la città, diretti verso il Connemara, una vasto parco dell’Irlanda occidentale.

Connemara Signs A&VSeguiamo alla lettera i consigli di Mattia, e affrontiamo la penisola in senso antiorario, con la prima tappa a Kylemore Abbey, una villa del XIX secolo, trasformata poi in abbazia durante la prima guerra mondiale.

Kylemore Abbey

La sua architettura associata al contesto, Connemara e il piccolo lago, fa davvero colpo e ne vale la pena fermarsi.

Abbiamo subito imparato, che le strade irlandesi non sono come le nostre, hanno limiti di velocità stranamente molto alti , a volte assurdi, e fondi stradali non ottimali…associato alla guida a destra e alla macchina a noleggio di cui non si conoscono bene le misure..bisogna apporre molta prudenza!

Connemara Irlanda A&VLa via delle brughiere, è una strada molto bella che regala degli scorci incredibili, con animali liberi al pascolo, macchie di ginestre spinose in fiore, pozze d’acqua, torbiere…sembrava di essere in un film dove il tempo si era fermato!

Irlanda on the Road A&VNon so voi, ma io quando sono in vacanza sono talmente sopraffatta dalle emozioni che mi dimentico dei ritmi biologici, e spesso ci “ricordiamo” di dover mangiare in orari critici e a rischio chiusura..

Cane Irlanda A&VInfatti nel Connemara non ci siamo smentiti, e per pura pietà in un pub di un paesino di pescatori, Cleggan Pier, siamo riusciti a mettere sotto i denti un discreto sandwich e una gustosa Birra Irlandese…

Sandwich e Guinness lunch of championsAppena in tempo…eravamo a rischio digiuno!  🙄

Diamond Hill Connemara A&VA pancia piena, seguiamo l’ultimo consiglio si Mattia sul Connemara: fare una passeggiata sul Diamond Hill per vedere “dall’alto” la baia sottostante…

Cavalli irlandesi Connemara A&V
La giornata assolata, il giallo “impazzito” delle ginestre e l’aria di libertà che si respirava, ha fatto fare altri 100 punti al nostro amico, risultando di fatto (per noi), la guida N°1 nelle chicche Irlandesi!

Scendiamo verso SUD…

Soddisfatti della galattica esperienza nel Connemara, prendiamo la via verso sud, avevamo prenotato un hotel vicino alle Cliff Of Moher, a Lahinch..

Dounguaire Castle Irlanda A&VPoco a Sud di Galway, ci era stato segnalato di fermarci Dunguaire Castle, una rocca su un promontorio molto carina, peccato che anche questi rispetti il “coprifuoco” irlandese e alle 17.00 o’clock avesse già chiuso i battenti..

Arrivati al “mega Hotel Linch Golf Resort“, scarichiamo i bagagli e ci incamminiamo verso il piccolo paesino per gustarci la meritata cena..

Dolce made in IrelandIrish CoffeeUn esteticamente anonimo pub si è rivelato uno dei posti che ci ha conquistato in fattore di cibo irlandese, e abbiamo mangiato davvero in modo sublime…gnam!

Tramonto Cliff of Moher IrlandaPasseggiatina post cena e via a nanna, dove, anzichè contare le pecore, facevamo il conto alla rovescia per l’indomani dove finalmente avremmo visto le tanto sognate Cliff Of Moher!

Federica R.

Federica R.

Amo viaggiare a 360°, e non riuscendo più a tenere per me la quantità incredibile di emozioni che i viaggi mi regalano, ho cominciato a scrivere le mie avventure su questo Blog...

Seguitemi e vi farò vedere il mondo con i miei occhi!
Federica R.

Latest posts by Federica R. (see all)

Facebooktwittergoogle_pluspinterest
Federica R.

Autore: Federica R.

Amo viaggiare a 360°, e non riuscendo più a tenere per me la quantità incredibile di emozioni che i viaggi mi regalano, ho cominciato a scrivere le mie avventure su questo Blog... Seguitemi e vi farò vedere il mondo con i miei occhi!

2 pensieri riguardo “Irlanda, terra di smeraldo”

  1. L’Irlanda è una delle “patrie” del golf!… il golf è lo sport nazionale!.. e nel vostro viaggio non ne avete visitato nemmeno uno… no golf no Irlanda!

    1. Ciao Anna..sapevo che gli irlandesi amano l’hurling, il football gaelico, la corsa dei levrieri..ma ignoravo che il golf fosse così seguito e amato..
      Prendo nota!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *