Alla riscoperta di Goteborg

Facebooktwitterpinterest

Della serie “a volte ritornano”.. Questa primavera sono ritornata in Svezia, a Goteborg, con la mia amica di Erasmus, dove abbiamo vissuto 3 mesi con questo bellissimo progetto interculturale nel 2001.

A volte ci sono posti che ti rimangono nel cuore ed è piacevole ritornarci, vederli con nuovi occhi, riprovare le stesse emozioni… e per me è stato così perché i paesi nordici rimarranno nei miei ricordi come i luoghi della luce, una luce chiara, leggera, che sorge a metà notte e tramonta a tarda serata.

Questo ovviamente nel periodo primaverile estivo, e devo dire che abbiamo trovato delle splendide giornate di sole!

Svezia - Goteborg

In una settimana abbiamo riassaporato la città, i parchi e giardini, la precisione e l’ordine che regna sovrano (non sempre però, anche gli svedesi nei weekend si concedono qualche eccesso..), le isolette dell’arcipelago, i negozietti vintage, e poi a poche ore di distanza la piccola Oslo in Norvegia e a sud l’accoppiata Helsinborg – Helsingor in Danimarca. Un viaggio alla riscoperta di vecchie e nuove mete!

Goteborg City AirportLa cittadina di Goteborg si visita tranquillamente in una o due giornate al massimo, inutile dire che è servita benissimo dai mezzi pubblici (battelli per le isole compresi), al cambio valuta la corona svedese non risulta così sfavorevole come gli anni passati, certamente per degli acquisti oculati si riesce anche a risparmiare… ma al ristorante non è così conveniente se pensate di equiparare una bella mangiata italiana!

MunicipioNulla di paragonabile alla varietà culinaria italiana, però qualche soddisfazione ce la possiamo levare anche lì!

A me piace molto l’accostamento di gusti differenti, dolce – salato, frutta – carne e ovviamente il sapore della cannella!

dolcezze alla cannella

Una città rigogliosa..

stemma della cittàI luoghi che mi sono rimasti a cuore della “mia” Goteborg sono parecchi… innanzitutto il verde dei parchi pubblici e del giardino botanico Botaniska Tradgarden: quest’anno c’era una sorta di gemellaggio con il Giappone e si potevano ammirare moltissime qualità di rododendri, aceri e ciliegi..

Le varie sezioni del giardino sono ben definite e segnalate con cartelli ed etichette per ogni genere vegetale, si passa dalle serre tropicali, al giardino roccioso, al sottobosco di conifere e poi ancora vasti prati tagliati a regola d’arte e con composizioni floreali che sembrano disegnate con il righello..

Il giardino botanico è sicuramente il posto perfetto per passare qualche ora tranquilla in mezzo alla natura e ai colori!

rododendri al Botaniska

Goteborg, so cute!

Il centro città, poco trafficato, ricco di negozi, locali e ristoranti offre molto ed è tutto a portata di mano.. una chicca è certamente il Saluhallen, un enorme mercato coperto di bontà gastronomiche tipiche sia per fa re la spesa sia per dei veri e propri pasti in loco!

Anche il porto con la moderna Opera House dalle sembianze di una nave ha il suo fascino..

l'Opera House

Il piccolo quartiere di Haga, con le case in legno e i caratteristici negozietti vintage, il sapore del pane fresco e dei dolcetti alla cannella e dei fornitissimi negozi di spezie di ogni genere, per ricordare le antiche tradizioni della compagnia delle Indie.

per le vie di Haga

chiesa di Masthuggtorget

…e le isole incontaminate

Sono le isole dell’arcipelago del sud che occupano una parte dei miei bellissimi ricordi, in particolare Branno e Vrango (sede di una riserva naturalistica spettacolare e incontaminata). Le isole si raggiungono facilmente dal capolinea del tram, da lì partono a cadenza regolare numerosi ferry boat per visitarle tutte anche in un solo giorno..

isola di Branno

stile svedese

cassette della posta
Noi ci siamo soffermate su Branno la più popolata e con le caratteristiche case rosse, azzurre, gialle, tutte rigorosamente con la loro bandiera e le cassette della posta decorate a piacere.. si gira sostanzialmente a piedi ma anche in bicicletta o in ciclomotore, le stradine non sono molte e difficilmente si perde l’orientamento!

Vrango, la più carina è veramente una perla lussureggiante, il verde della riserva naturale che si sposa con il blu del mare, meta perfetta per una giornata di assoluto relax!

isola di VrangoChe dire.. dopo più di 10 anni ho ritrovato la città che conoscevo, poco è cambiato, una città accogliente e tranquilla e con molti luoghi da riscoprire..

cieli e terre del NordLa prossima volta vi porterò verso nord a Oslo e verso sud a Helsingborg…

Hej då..

..astridlife

Federica S.

Adoro il viaggio come scoperta di sé nelle mille sfaccettature che questo pianeta ci offre..

Viaggiare è un grande dono per noi stessi e per chi ci accompagna perché ogni confine perduto può essere un orizzonte conquistato!
Federica S.
..astridlife

Latest posts by Federica S. (see all)

Facebooktwitterpinterest
Federica S.

Federica S.

Adoro il viaggio come scoperta di sé nelle mille sfaccettature che questo pianeta ci offre.. Viaggiare è un grande dono per noi stessi e per chi ci accompagna perché ogni confine perduto può essere un orizzonte conquistato!

2 pensieri riguardo “Alla riscoperta di Goteborg

  • Federica S.
    9 Luglio 2014 in 23:02
    Permalink

    Grazie! si è una cittadina molto a misura di persona e punto di partenza per molte altre destinazioni che presto vi racconterò!

    Risposta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *