Ecco cosa vedere a Dublino in un giorno

Facebooktwitterpinterest

Vedere Dublino in un solo giorno è un cosa fattibile, anche se purtroppo bisogna tralasciare qualche attrazione che meriterebbe di essere giustamente visitata.

Dublino è molto facile da girare, se si è amanti delle camminate si può vedere tranquillamente a piedi senza prendere nessun mezzo di trasporto.

Iniziamo la nostra visita di Dublino con il Trinity College, la più prestigiosa università irlandese e il luogo dove è custodito uno dei tesori più importanti al mondo, il book of Kells, un manoscritto miniato dei Vangeli eseguito prima dell’anno mille.

Mappa Dublino

Facciamo qualche visita

Prendiamo parte ad una delle tante visite guidate a piedi, con partenza all’ingresso dell’università e accediamo poi alla famosa libreria con la famosa Long Room, lunga ben 65 metri.

Bellissima!

Alla fine però il prezzo d’ingresso mi è sembrato davvero esagerato! Inoltre fare foto all’interno è stato praticamente impossibile… una però sono riuscito a farla di nascosto:

long room

trinity college

Proseguiamo la nostra visita di Dublino con la via dello shopping, Grafton Street e costeggiamo poi il parco St. Stephen Green fino a raggiungere il caratteristico Powerscout Townhouse Shopping Centre.

Qui facciamo uno spuntino veloce prima della pausa pranzo degli impiegati.

Passiamo il pomeriggio visitando le due chiese principali di Dublino: Christ Church Cathedral e St. Patrick Cathedral. 

La prima, costruita nel cuore della città, è la più imponente e fotografata delle chiese di Dublino.

Fin dal 1869 i rappresentanti anziani della Corona prestavano giuramento sotto le suggestive volte della Christ Church Cathedral.

Al nostro arrivo scopriamo che l’ingresso è a pagamento e il costo è di ben cinque euro!

Poco male, ormai che siamo qui non possiamo non entrare 🙂

St. Patrick Cathedral

L’interno a tre navate ospita la bellissima tomba barocca del conte di Kildare, morto nel 1734 e la caratteristica cripta che si raggiunge con una piccola scala dal transetto meridionale.

Arrivati qui sotto tutta l’attenzione si rivolge a una teca di vetro in cui sono contenuti un gatto mummificato che rincorrere un topo mummificato, rimasti entrambi congelati all’interno di una canna d’organo nel 1860.

christ church

Dopo questa chicca decidiamo di abbandonare la Christ Church Cathedral per visitare la seconda cattedrale di Dublino, la St. Patrick Cathedral.

Ebbene si, anche se la cattedrale di San Patrizio era destinata a diventare la cattedrale della città, la Christ Church oppose una forte resistenza che ci fu un periodo che a Dublino ci furono due cattedrali situate a breve distanza.

Pure qui l’ingresso è a pagamento e decidiamo quindi di visitare la cattedrale solo dall’esterno con il vicino parco.

L’emblema d’Irlanda?

Che visita di Dublino sarebbe senza un assaggio della birra Guiness?

Per fare ciò non andiamo in un qualsiasi pub, c’è tempo questa sera per farlo, ma andiamo direttamente dal produttore!

Qui a Dublino ha sede la Guinnes Storehouse, la fabbrica della Guinnes, dove in un ambiente spettacolare e suggestivo vengono illustrate le varie fasi della produzione della birra concludendo la visita sulla terrazza panoramica del Gravity Bar, dove viene offerta una pinta fredda con una bellissima vista di Dublino dall’alto.

guiness

Ormai è quasi sera, ritorniamo verso il centro costeggiando il Liffey River e troviamo alla nostra destra il Ha’Penny Bridge, uno dei simboli della città, cui nome deriva dal pedaggio che anticamente si doveva pagare per attraversare il fiume.

penny bridge

connel street

temple bar

Facciamo la classica sosta foto, oggi ne abbiamo fatto parecchie, e per cena ci fermiamo al Temple Bar, il quartiere festaiolo di Dublino.

Già dal nome si capisce che si trovano una miriade di pub, purtroppo molto turistici e con prezzi abbastanza alti.

Qui ceniamo a base di “roast-in-a-roll” imbottiti con il classico stufato, il tutto accompagnato dall’immancabile Guinnes.

dubliner

Per il dopocena cambiamo pub e finiamo la serata al Kehoe’s pub in una bellissima atmosfera, nonché uno dei locali preferiti dai dublinesi.

Qui non poteva mancare l’Irish coffe per completare questa bellissima giornata a Dublino, ottima cartolina da visita per poi andare alla scoperta di questo fantastico Paese che è l’Irlanda.

Andrea

La passione per i viaggi è sempre stata nel mio DNA fin da bambino, quando mi divertivo ad organizzare le uscite domenicali con i miei genitori in montagna.

La mia passione è la montagna...ma non solo!
Avatar
Facebooktwitterpinterest
Avatar

Andrea

La passione per i viaggi è sempre stata nel mio DNA fin da bambino, quando mi divertivo ad organizzare le uscite domenicali con i miei genitori in montagna. La mia passione è la montagna...ma non solo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *