In Svezia: Goteborg tutto l’anno

Facebooktwitterpinterest

La Svezia è spesso vista, nel nostro immaginario, come una terra fredda e buia, soprattutto in inverno.

Molti non la considerano di certo come meta per le vacanze estive, perché spesso l’estate è legata al caldo ed alle spiagge.

Vorrei però sfatare qualche mito e spezzare una lancia a favore della Svezia in (quasi) tutti i periodi dell’anno.

Confesso che l’inverno svedese è molto lungo; dipende da dove ci si reca, ma in linea di massima il freddo inizia da metà settembre e le giornate iniziano ad accorciarsi. Quando poi si cambia l’ora a fine ottobre, le ore di lue si riducono notevolmente.

In Svezia: GoteborgIo solitamente mi reco a Goteborg, soprattutto per lavoro, ma non solo, dato che in questa cittadina vivono alcuni amici ed amiche.

Scopriamola insieme

Goteborg arcipelago Goteborg, nel sud ovest della Svezia, si trova sulla costa pertanto il freddo non è così pungente come in altre parti interne o più a nord dello stato.

È però battuta dai venti tutto l’anno ed è quindi raccomandabile avere sempre a portata di mano una sciarpa (una di quelle leggere per l’estate ed una bella pesante di lana per l’inverno) ed un cappello (che in inverno si trasformerà in un caldo berretto di lana).

Per i mesi invernali, poi, sono assolutamente necessari i guanti.

Come dicevo l’inverno è piuttosto lungo, all’incirca da ottobre a marzo.

Capita sovente che in primavera da noi ci siano già gli alberi fioriti ed in Svezia nevichi ancora.

L’inverno ha comunque un suo fascino, non fosse per le poche ore di luce! Il periodo pre-natalizio e gli addobbi alle finestre delle case e lungo le strade  rallegrano alquanto l’atmosfera che è resa ancora più vivace dai molteplici mercatini di Natale, dai gruppi sparsi in giro per la città che cantano le canzoni tipiche e dal glogg, una bevanda molto simile al nostro vin brulè che viene servito con scaglie di mandorle e uvetta ed è accompagnato dagli immancabili Pepparkokar (i biscotti alla cannella).

In estate la Svezia offre molteplici attrattive. Innanzi tutto le giornate sono lunghe e il clima, soprattutto verso il sud, è piacevole.

In giornate di sole, le ore di buio sono veramente poche (circa 3 o 4) ed è davvero anomalo terminare la cena alle 10 di sera ed avere l’impressione di essere a metà pomeriggio.

sweden-mapcardVisto il clima accettabile, luglio ed agosto possono essere due mesi perfetti per trascorrere le vacanze in Svezia, magari al mare.

Vi assicuro (perché l’ho provato in prima persona) che fare il bagno in mare non è affatto spiacevole; certo non bisogna aspettarsi temperature caraibiche o fondali cristallini, ma l’acqua è molto pulita e regala una sferzata di energia soprattutto per chi ama nuotare.

La costa è principalmente rocciosa, quindi è raro trovare spiagge di sabbia, ma le pietre sono arrotondate dal vento ed è piacevole stendere l’asciugamano e rilassarsi al sole.

La città di Goteborg, la seconda della Svezia per abitanti e dimensione, è un buon punto d’appoggio per una vacanza.

Cosa vedere assolutamente

In città ci sono parecchi musei e attrazioni e ci si può tranquillamente intrattenere per un week end senza annoiarsi. In caso di pioggia i musei sono una valida scelta: il museo della città di Goteborg, ad esempio, permette di scoprire la storia della città dai tempi dei vichinghi (qui sono esposte alcune parti di navi vichinghe) ai tempi più recenti e floridi quando da Goteborg partivano parecchie navi che facevano la spola con l’oriente per i commerci.

Un “must see” è l’Universeum: un museo “vivente” dove sono stati riprodotti tutti i climi del mondo e dove si può visitare la tundra o la foresta tropicale.

Liseberg on ice

Per il divertimento non si può evitare di trascorrere almeno mezza giornata al Liseberg, il famoso parco dei divertimenti.

La maggior parte delle attrazioni viene chiusa durante i mesi invernali, ma ci si può divertire comunque ai vari botteghini del tiro a segno, alle attrazioni “indoor”, con gli spettacoli sul ghiaccio e durante i mercatini di Natale quando decine di casette di legno accendono le loro luci e mettono in vendita i prodotti tipici.

Non abbiate paura di aver freddo; vale ovviamente l’accorgimento di vestirsi bene, ma qua e là, sparsi nel parco, trovere parecchi bracieri che vi permetterano di sopportare il vento freddo e pungente.

Liseberg hug

In estate, invece, dovete assolutamente provare “Balder”, le montagne russe in legno che sono sicuramente la caratteristica di questo parco di divertimenti.

Se sarete fortunati poi vi capiterà di incontrare (e abbracciare) Liseberg, il coniglio-mascotte.

Una visita che vale davvero la pena di fare a Goteborg è quella all’arcipelago a sud della città. Ci sono parecchi traghetti che fanno la spola tra il terminal del tram 11 e le varie isole.

Alcune di queste isole sono talmente piccole che non troverete alcuna automobile. Altre sono poco più grandi, ma facilmente visitabili a piedi. Su alcune di esse c’è anche la possibilità di pernottare in piccole pensioni o B&B.

Il modo migliore per spostarsi a Goteborg è (in altenativa al camminare) il tram. La rete di trasporti pubblici è davvero eccellente ed efficiente. Le mappe sono molto chiare e ad ogni fermata ci sono monitor che informano i passeggeri sul passaggio dei mezzi e sui tempi di attesa.

Goteborg tram infoPresso le tabaccherie o i chioschi “Vasttraffik” è possibile acquistare una carta prepagata da utilizzare per spostarvi tranquillamente. Io vi consiglio di acquistare quella da 100 SEK. Con la stessa carta si possono pagare più biglietti, quindi ne basta una per famiglia.

Una volta saliti sul mezzo è sufficiente avvicinare la carta al lettore automatico e il prezzo del biglietto vi verrà automaticamente scalato dalla carta. Nel caso di pagamento per più persone prima selezionate il numero di adulti e di bambini per cui intendete pagare e poi avvicinate la carta al lettore.

Ogni viaggio in tram o autobus costa 24SEK e dura 90 minuti. Se cambiate mezzo, quindi, non è necessario pagare nuovamente, sempre rimanendo entro il limite di tempo .

Una raccomandazione: non fate i “portoghesi” perché i controlli dei biglietti si sono intensificati e le multe nel caso non aveste pagato sono piuttosto salate.

Vi ho incuriosito a sufficienza?

Se volete qualche informazione in più su dove pernottare a Goteborg potete consultare questo promemoria.

Una volta sul luogo l’ufficio del turismo è molto efficiente e saprà sicuramente assistervi e rispondere a ogni vostra domanda.

Dimenticavo, per gli appassionati di teatro e di sport, la città di Goteborg offre numerose opportunità.

In città ci sono molti teatri e quasi ogni sera è possibile assistere ad uno spettacolo diverso.

Per gli sportivi, poi, c’è l’imbarazzo della scelta; calcio e hockey sono i due sport più seguiti in città e le squadre locali di entrambe le discipline sono nella prima divisione in entrambi gli sport (IFK Goteborg per il calcio, Frolunda HC per l’hockey).

Paola F.

La mia passione per i viaggi nasce con me…

E’ un gene che mi hanno trasmesso i miei genitori, ne sono più che certa!

Adoro gli Stati Uniti e il mio sogno è quello di visitarli tutti. Sono quasi a metà e già programmo la prossima meta.
Avatar

Latest posts by Paola F. (see all)

Facebooktwitterpinterest
Avatar

Paola F.

La mia passione per i viaggi nasce con me… E’ un gene che mi hanno trasmesso i miei genitori, ne sono più che certa! Adoro gli Stati Uniti e il mio sogno è quello di visitarli tutti. Sono quasi a metà e già programmo la prossima meta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *